Ludofficina LogoEtà 10+ | 4+incontri | informatica, app, laboratorio

Si fa presto a dire che le nuove generazioni passano troppo tempo sullo smartphone. Scagli il primo post chi di noi ha mai suggerito a questi ragazzi l’idea di guardare nel cofano di uno smartphone per capire un’appguardare nel cofano di uno smartphone e iniziare a capire come funziona e addirittura realizzare un’app.
Più la tecnologia fa passi in avanti e più si allunga la distanza tra fare ed usare. Fortunatamente in campo tecnologico moltissimi lavorano per rendere accessibile la possibilità di creare tecnologia (e applicazioni informatiche) dal basso. In realtà c’è una vera e propria gara a rendere comprensibile e accessibile ogni tipo di argomento tecnico.

L’idea.Realizzare un’app è una cosa alla portata di tutti. Tutti abbiamo delle necessità piccole o grandi per le quali non si trova un’app adeguata. Con gli strumenti giusti e la giusta estendere l’app e modificarla seguendo le ideedose di pazienza, è possibile realizzare un’applicazione funzionante in poco tempo, ed estenderla e modificarla a piacimento seguendo l’avvicendarsi delle idee.

Il codice. Nelle app non ci sono misteriose formule magiche. Si tratta solo di spiegare in ogni dettaglio  cosa debba fare la macchina, in un apposito linguaggio formale.

Apprendimento per tentativi. L’informatica viene appresa sul campo e non si distingue da altre attività artistiche: l’informatica è un’attività artistica e il prodotto non è un oggetto tangibile, ma un processo componi, controlla il risultato, modifica, fai un test, e poi ripeti tante volte finchè sei soddisfatto del risultato. Praticamente tra le attività teoriche la più pratica che ci sia!

info @ ludofficina . it | prenota 366.70.50.90.5

12/10/2017

Lascia un commento